Giulia Ricciardi

Testo

Giulia Ricciardi nasce a Roma un tot di anni fa (quantificare è volgare e demodé) il 20 Novembre in una giornata di pioggia. Apprende fin da subito che la salvezza è celata in una risata e si adopera per portare avanti questa missione. Come attrice si forma alla scuola di recitazione Mario Riva e parallelamente coltiva il suo interesse per la scrittura, prevalentemente comica e prevalentemente femmina! Come attrice esordisce nella compagnia dialettale romana “Checco Durante”, in seguito forte delle sue origini partenopee si cimenta con alcuni classici del teatro napoletano sotto la direzione di Antonello Avallone.

Il CV completo di Giulia

L’incontro che le cambierà la “prospettiva” teatrale è quello con Giancarlo Sepe grazie al quale contribuirà al parto di “E ballando … ballando” (original cast). Parallelamente scrive e porta in scene le sue commedie che vengono dirette dallo stesso Avallone, da Claudia Poggiani, da Patrizio Cigliano (con il quale condivide una vita coniugale, una figlia, un cane, tre gatti, un pappagallo e sei tartarughe) e negli ultimi quattro anni da Michele La Ginestra con cui porta avanti l’epopea delle “stremate”. E’ anche autrice televisiva con Gregorio Paolini in “Aggratis”, in Colorado per due edizioni ed è autrice e conduttrice del format di comicità al femminile “Bambine Cattive” andato in onda su Comedy Central. Ma il meglio … deve ancora arrivare!

Massimo Romeo Piparo

Testo e Regia

Ha diretto in teatro varie edizioni dell’opera Rock più rappresentata di tutti i tempi, Jesus Christ Superstar portando sul palco gli interpreti originali del film Carl Anderson, Ted Neeley, Yvonne Elliman e Barry Dennen. Numerosi anche gli artisti della musica pop-rock italiana che hanno sfilato diretti da Piparo: da Max Gazzè a Malika Ayane, Elio, da Mario Venuti a Matteo Becucci, Ivan Cattaneo, perfino la band dei Negrita con Pau,  e ancora Simona Molinari e Shel Shapiro.
Ha firmato la regia dei musical Evita, The Who’s Tommy, My Fair Lady in varie edizioni, il primo indimenticabile allestimento italiano de La febbre del sabato sera voluto dall’indimenticabile Robert Stigwood, Lady Dayla Regina dello swing, Alta Società, Hairspray, Cenerentola di Rodgers&Hammerstein, La Cage aux Folles in 2 edizioni, Rinaldo in campo, The full monty, Sette spose per sette fratelli, Tutti insieme appassionatamente, Billy Elliot, la commedia musicale Il Marchese del Grillo.
Nel 2017 firma la prima versione completamente italiana del musical più amato Mamma Mia con le canzoni degli Abba.

Il CV completo di Massimo

Ha diretto anche la commedia Non smettere di piangere Penelope e, come autore e capo progetto televisivo ha firmato programmi di grande successo, primo fra tutti “Ballando con le Stelle”.
E’ stato dal 2001 al 2004 Direttore Artistico del Teatro Nazionale di Milano e dal 2005 al 2007 del Teatro Stabile di Messina;  dal 2013 è Direttore Artistico del Teatro Sistina di Roma.
Nel 2016 ha fondato lAccademia Sistina,  la grande officina creativa multidisciplinare di avviamento al Musical, per ragazzi dagli 8 ai 16 anni .

Teresa Caruso

Scene

Dopo aver conseguito il diploma artistico si laurea in Architettura degli Interni presso L’Università degli studi di Roma La Sapienza con il massimo dei voti, si specializza in scenografia con un corso post laurea e comincia a lavorare in ambito cinematografico.

Prende parte come assistente arredatrice a diverse fiction (Mogli a pezzi, La ladra etc), come assistente scenografo per video musicali e pubblicità per i canali Fox, Fox Crime, Boing, spot per Mc Donald, come bozzettista e modellista per gli spot della Lancia Musa, Condorelli, Ris delitti imperfetti.

Il CV completo di Teresa

In Teatro segue spettacoli come assistente scenografo: Killer Joe, Diario di un pazzo, Non abbiate paura, Immanuel Kant, Mettetevi nei miei panni, La Bisbetica domata, Intrappolati nella commedia, Raffaello e la leggenda della Fornarina, Riccardo III, Dr. Jekyll e Mr. Hyde, Dalla foglia alla voglia ed altri.

Collabora alle produzioni Peep Arrow La cage aux folles e Smetti di piangere Penelope, e alle produzioni Sistina Rinaldo in campo e My Fair Lady. Firma le scenografie di The Full Monty, Sette spose per sette fratelli, Jesus Christ Superstar, Sistina Story Tutti insieme appassionatamente, Billy Elliot, Il Marchese del Grillo, Evita, Mamma Mia.

Emanuele Friello

Musiche Originali

Esperienza più che decennale in campo teatrale e televisivo. Inizia lo studio del pianoforte a 12 anni e pubblica il suo primo disco a 14 anni. Prosegue gli studi accademici conseguendo i diplomi in Composizione, Strumentazione per Banda e Musica Jazz presso il conservatorio “A.Casella” dell’Aquila, il diploma di specializzazione in Musicologia Afroamericana a Siena e la Laurea in DAMS presso l’Università “Tor Vergata” di Roma. Nel 1996 è fondatore e co-direttore con Paolo Damiani dell’orchestra IS Ensemble.
Attivo come pianista e tastierista in ambiti jazz e pop, dal 2002 è direttore della Maurizio Rolli Big Band, orchestra con cui ha partecipato a diversi festival jazz italiani e con cui ha registrato Moodswings con la partecipazione di M. Manring, M. Stern, F. Bosso. Sempre nel 2002 ha vinto il primo premio al concorso annuale per composizioni jazz di Roccella Jonica.

Il CV completo di Emanuele

Dal ’98 inizia ad occuparsi di musical come assistente musicale, direttore, arrangiatore e compositore, prima con la Compagnia della Rancia (A Chorus Line, Le Notti di Cabiria, Hello Dolly, A Qualcuno Piace Caldo, Dance), poi a Londra con Fame, Cats e Saturday Night At The Movies, quindi con la Planet Musical di M. Piparo in La Febbre Del Sabato Sera, My Fair Lady, Nights On Broadway e Lady Day, di cui ha anche scritto le musiche originali. Ha collaborato con l’Artistica come Direttore Musicale per la versione italiana di Fame. Tra gli ultimi impegni televisivi Sabato Italiano (RAI 1, Tastiere), Garda… che Musical! (RAI 2, Consulenza ai testi, Direzione d’Orchestra, Arrangiamenti), Reality Circus (CANALE 5, Direzione d’Orchestra e Arrangiamenti), Notti sul Ghiaccio edizioni 2006 e 2007 (RAI 1, Direzione d’Orchestra e Arrangiamenti), Miss Italia nel Mondo (RAI 1, Direzione d’Orchestra e Arrangiamenti), Usa la Testa (RAI 1, Direzione d’Orchestra e Arrangiamenti), Stella Gemella (CANALE 5, Direzione d’Orchestra e Arrangiamenti). Ha tenuto corsi e seminari presso le Università di Roma “Tor Vergata” e di Messina come lecturer. Insegna regolarmente in diverse scuole italiane, in particolare a Milano e a Roma dove è docente di Storia del Musical, Repertorio Musical e Orchestrazione. Nel 2008 ha completato l’allestimento della versione italiana di Hairspray, prima in lingua non inglese, in qualità di Direttore Musicale, Orchestratore, Vocal Arranger e Supervisore degli Adattamenti delle canzoni. Nel 2009 è stato impegnato nell’allestimento di Cenerentola di Hammerstein & Rodgers che ha aperto la stagione al Teatro Smeraldo (Milano). Nel 2009 ha partecipato al tour italiano di Cats della compagnia della Rancia. Nella stagione 2010/2011 ha diretto l’Orchestra nel Musical Jesus Christ Superstar per la regia di Massimo Romeo Piparo. Inoltre: PETER PAN (Direzione Musicale; Il Sistina, 2011); IL VIZIETTO (Direzione Musicale, Arrangiamenti Aggiunti, Programmazioni Audio; Peeparrow 2011-2012); RINALDO IN CAMPO (Direzione Musicale, Orchestrazioni; Il Sistina, 2011 MY FAIR LADY (2012). Insegnante presso il Master di SONIC ARTS, Università di Roma ‘Tor Vergata’. Sue le Musiche originali della versione teatrale de IL MARCHESE DEL GRILLO, un grande successo di pubblico e critica, e le Direzioni Musicali di THE FULL MONTY, SISTINA STORY, TUTTI INSIEME APPASSIONATAMENTE, BILLY ELLIOT, JESUS CHRIST SUPERSTAR, EVITA e MAMMA MIA!.

Francesca Draghetti

Regista Collaboratrice

A sei anni ha deciso che avrebbe fatto l’astronauta, A tredici ha scoperto che era troppo miope e ha deciso di fare teatro, tanto per rimanere con la testa tra le nuvole. Dopo essersi devastata l’adolescenza in tutte le cantine romane con il teatro d’avanguardia, ha fondato l’Allegra Brigata, la compagnia professionale più giovane d’Italia, che ha preso il volo al teatro Sistina con Gino Bramieri.

Il CV completo di Francesca

Con la complicità di tre loschi figuri, ha creato la Premiata Ditta, gruppo che non ha risparmiato nessuna sala teatrale, nessuna rete televisiva, nessun genere, nessuna fascia oraria. Ha scritto decine di testi, diretto svariati spettacoli, realizzato cortometraggi, audiofilm, sitcom… Docente all’Accademia del Sistina e all’Accademia del Cinema di Bologna, è innamorata del doppiaggio e dirige serie, film e cartoni animati. Ora sta mettendo da parte i soldi per essere la prima turista su Marte.

Chef Fabio Toso

Consulenza enogastronomica

Fabio Toso nasce a Roma, fin dai primi passi dimostra una forte propensione per l’assaggio, infatti, a soli 3 anni decide, di provare delle sfere di sapone, pensando fossero caramelle; a 5 anni, non contento, dopo aver assaggiato una notevole dose di gnocchi alla cannella, crolla sul divano. Insomma, un po’ per gioco, un po’ sul serio, Fabio inizia ad addentrarsi sempre più nel mondo culinario, giunge quindi dopo circa 20 anni d’esperienza al Teatro, e con la produzione del Sistina affianca Rossella, Tosca, Roberta e Samuela in cucina, su una cucina vera, quella di Belle Ripiene. E’ proprio qui che inizia il pensiero di voler sviluppare una ricetta nuova, che potesse unire le attrici in un solo piatto, ecco l’idea: 4 attrici, 4 regioni, 4 ingredienti.

Il CV completo di Fabio

E allora la Puglia con le cime di rapa, la Campania con il pomodoro piennolo, il Lazio con il guanciale e la Lombardia con lo stracchino (o il quartirolo?). Quindi un raviolo, anzi uno scrigno, di cime di rapa, pomodoro piennolo confit, guanciale croccante e fonduta di stracchino.

Allora si va in scena: ecco a Voi il piatto “Scrigno Belle Ripiene”.

 

SCRIGNO BELLE RIPIENE

 

Ingredienti

Ravioli cime di rapa e ricotta 480 g

Stracchino 150 g

Panna fresca 55 g

Pomodori piennolo 300 g

Guanciale a listarelle 100 g

 

Procedimento

Frullare lo stracchino e la panna fino ad ottenere una crema, scaldarla senza far mai bollire, infornare il guanciale 15’ a 160°C. Tagliare a metà i pomodori quindi infornarli con sale e pepe ad una temperatura di 110°C per circa un’ora, cuocere i ravioli, saltarli nella crema di stracchino, disporre i pomodori confit, quindi il guanciale croccante.